Inadempimento della transazione conservativa ed effetti sulla procedura esecutiva

Massima a cura di:
Francesca Sicilia
Giudice del Tribunale di Salerno

"Nell'ipotesi in cui un rapporto venga fatto oggetto di una transazione e questa non abbia carattere novativo, dalla mancata estinzione del rapporto originario discendente dal carattere conservativo della transazione deriva non già che la posizione delle parti sia regolata contemporaneamente dall'accordo originario e da quello transattivo, bensì soltanto che l'eventuale venir meno di quest'ultimo fa rivivere l'accordo originario, al contrario di quanto invece accade qualora le parti espressamente od oggettivamente abbiano stipulato un accordo transattivo novativo, cioè implicante il venir meno in via definitiva dell'accordo originario, nel qual caso l'art. 1976 c.c. sancisce con evidente coerenza rispetto allo scopo perseguito dalle parti, l'irresolubilità della transazione.  Laddove l'accordo concluso tra le parti del processo esecutivo debba qualificarsi come transazione conservativa  non  si verifica l’estinzione dei titoli esecutivi posti alla base della procedura esecutiva con conseguente infondatezza dell’istanza cautelare di sospensione dell’esecuzione fondata sull'inadempimento della transazione novativa".

(Nella specie il G.E.  ha rigettato l'istanza di sospensione della procedura esecutiva ex art 615 c.p.c..avanzata sul presupposto della estinzione dei titoli esecutivi su cui si fonda l’esecuzione, per effetto dell’accordo novativo concluso tra le parti, che invece è stato qualificato dal G.E. quale transazione conservativa,  come tale, non implicante l’estinzione dei titoli esecutivi posti alla base della presente procedura esecutiva (il cui contenuto è stato meramente modificato soltanto in ordine alla quantità e modalità di pagamento) non emergendo, dal dato letterale dell’accordo in questione, la volontà esplicita delle parti di mutare l’obbligazione in essere né di voler estinguere il precedente rapporto di obbligazione, in virtù della nascita di un nuovo rapporto obbligatorio differente nel titolo o nell’oggetto rispetto all’originario).

Top