Legislazione consultabile

Seleziona una categoria per consultare la relativa legislazione

Pignorabilità delle prestazioni previdenziali in favore dei dipendenti dello Stato

D.P.R. 29 dicembre 1973, n. 1032
Approvazione del testo unico delle norme sulle prestazioni previdenziali a favore dei dipendenti civili e militari dello Stato. (GU n.71 del 15-3-1974)
Pignoramento di stipendi e pensioni
  • CAPO - IV
    DISPOSIZIONI COMUNI

    • Articolo 21

Articolo 21

Testo in vigore dal 10 luglio 1997

                        Testo unico-art. 21. 
                 (Sequestro, pignoramento, cessione) 
 
  L'indennita' di buonuscita e l'assegno vitalizio non sono  soggetti
a sequestro, pignoramento o cessione, salvo che per i debiti verso il
Fondo di previdenza e credito  di  cui  all'art.  32  ovvero  per  la
realizzazione dei crediti da  risarcimento  del  danno  eventualmente
causato dal dipendente all'amministrazione. 
  Quando i crediti predetti siano accertati con sentenza  passata  in
giudicato,  il  ristoro  del  danno  puo'  avvenire  anche   mediante
trattenuta sugli importi da corrispondere. 
  L'assegno  vitalizio  non  puo',  comunque,  essere  sottoposto   a
sequestro, a pignoramento o a trattenuta in  misura  superiore  a  un
quinto, valutato al netto delle ritenute di legge. (4A)((6A)) 
--------------- 
AGGIORNAMENTO (4A) 
  La Corte Costituzionale, con sentenza 11 - 20 luglio 1990,  n.  340
(in G.U. 1a s.s. 25/07/1990, n. 30), ha dichiarato "la illegittimita'
costituzionale dell'art. 21 del  d.P.R.  29  dicembre  1973  n.  1032
("Approvazione  del  testo  unico  delle  norme   sulle   prestazioni
previdenziali  a  favore  dei  dipendenti  civili  e  militari  dello
Stato"), nella parte in cui non consente, entro  i  limiti  stabiliti
dall'art.  2  n.  1  del  d.P.R.  5   gennaio   1950   n.   180,   la
sequestrabilita' e pignorabilita', per crediti alimentari dovuti  per
legge, dell'indennita' di buonuscita erogata dall'ENPAS." 
----------------- 
AGGIORNAMENTO (6A) 
  La Corte costituzionale con sentenza 19 giugno-4  luglio  1997,  n.
225 (in  G.U.  09/07/1997,  n.  28)  ha  dichiarato  l'illegittimita'
"costituzionale degli artt. 4 della  legge  8  giugno  1966,  n.  424
(Abrogazione di norme che prevedono la perdita,  la  riduzione  o  la
sospensione delle pensioni a carico  dello  Stato  o  di  altro  ente
pubblico), e 21 del d.P.R 29 dicembre 1973, n. 1032 (Approvazione del
testo unico delle norme sulle prestazioni previdenziali a favore  dei
dipendenti civili  e  militari  dello  Stato),  nella  parte  in  cui
prevedono, per  i  dipendenti  civili  e  militari  dello  Stato,  la
sequestrabilita'  o  la  pignorabilita'  delle  indennita'  di   fine
rapporto di lavoro, anche per i  crediti  da  danno  erariale,  senza
osservare i limiti stabiliti dall'art. 545, quarto comma, del  codice
di procedura civile. 
Top